ITEN
IL GRUPPO STORIA E CULTURA I MARCHI JOIN US CONTATTI

Con la forza di questo Amore e la voce di questa Chiamata noi non cesseremo l'esplorazione e la fine di tutto il nostro esplorare sarà giungere là onde partimmo e conoscere il luogo per la prima volta.

Collezione Maramotti

L’amore per l’arte, l’attenzione all’evoluzione dei nuovi linguaggi espressivi, il desiderio di condivisione con appassionati d’arte, la proposta di un luogo come spazio aperto di ricerca e conoscenza: questa è la filosofia sottesa all’apertura al pubblico della Collezione Maramotti, voluta da Achille Maramotti, uomo d’impresa, fondatore di Max Mara e appassionato collezionista d’arte.

Aperta a fine 2007 negli spazi della vecchia sede aziendale a Reggio Emilia, la collezione permanente consta di oltre duecento opere – realizzate da un centinaio di artisti di ambito internazionale dal 1950 ad oggi, fra cui Vito Acconci, Francis Beacon, Jean-Michel Basquiat, Alberto Burri, Francesco Clemente, Tony Cragg, Tano Festa, Lucio Fontana, Piero Manzoni, Mario Merz, Luigi Ontani, Mimmo Paladino, Tom Sachs, Mario Schifano, Julian Schnabel e Bill Viola - ed è visitabile previa prenotazione.

In parallelo sono organizzate mostre temporanee con progetti realizzati ad hoc per la Collezione da giovani artisti italiani ed internazionali.

Per maggiori informazioni e orari di visita, si prega di visitare il link dedicato.

 
 
Highlights
<p>
 Punto di avvio della mostra è la polemica nata intorno a un’opera del 1966 dell’artista americano Carl Andre, intitolata Equivalent VIII, composta da 120 mattoni posizionati su due file sovrapposte a formare un rettangolo e che venne acquistato dalla Tate Gallery di Londra nel 1972 per diverse migliaia di sterline. La stampa inglese dell’epoca attaccò l’acquisto ridicolizzando la decisione del museo. L’artista è tornata sulle tracce di questi materiali, per riaprire quella polemica e rimetterla in movimento, estrapolando alcune frasi dai ritagli dei giornali originali, riuniti in un libro d’artista e trasformati nei manifesti affissi a Reggio Emilia.</p>
 

Punto di avvio della mostra è la polemica nata intorno a un’opera del 1966 dell’artista americano Carl Andre, intitolata Equivalent VIII, composta da 120 mattoni posizionati su due file sovrapposte a formare un rettangolo e che venne acquistato dalla Tate Gallery di Londra nel 1972 per diverse migliaia di sterline. La stampa inglese dell’epoca attaccò l’acquisto ridicolizzando la decisione del museo. L’artista è tornata sulle tracce di questi materiali, per riaprire quella polemica e rimetterla in movimento, estrapolando alcune frasi dai ritagli dei giornali originali, riuniti in un libro d’artista e trasformati nei manifesti affissi a Reggio Emilia.

 
<p>
 Dal 5 maggio 2013
 <br />
 [installazione permanente – via Fratelli Cervi 61]<br />
 <em>A permanently open window</em> è un progetto site-specific per uno spazio industriale dismesso trasformato in un centro aziendale, connesso alla Collezione Maramotti, e la prima installazione permanente di Jason Dodge. Visite su richiesta alla Collezione Maramotti.</p>
 

Dal 5 maggio 2013

[installazione permanente – via Fratelli Cervi 61]
A permanently open window è un progetto site-specific per uno spazio industriale dismesso trasformato in un centro aziendale, connesso alla Collezione Maramotti, e la prima installazione permanente di Jason Dodge. Visite su richiesta alla Collezione Maramotti.

 
<p>
 È online la pagina Facebook ufficiale di Collezione Maramotti: news, curiosità e approfondimenti su artisti e progetti.

 Ti invitiamo a cliccare "mi piace" sulla nostra pagina e diventare fan per seguirci più da vicino. 

Potrai seguire il backstage delle mostre in preparazione, leggere e ascoltare le parole degli artisti ed essere aggiornato sulle attività in progress della Collezione.</p>
 

È online la pagina Facebook ufficiale di Collezione Maramotti: news, curiosità e approfondimenti su artisti e progetti.

 Ti invitiamo a cliccare "mi piace" sulla nostra pagina e diventare fan per seguirci più da vicino. 

Potrai seguire il backstage delle mostre in preparazione, leggere e ascoltare le parole degli artisti ed essere aggiornato sulle attività in progress della Collezione.

 
 
 
Bookmark and Share
Max Mara SportMax WEEKEND Max & Co. Marella iBLUES PENNYBLACK Marina Rinaldi Persona