ITEN
IL GRUPPO STORIA E CULTURA I MARCHI JOIN US CONTATTI

Con la forza di questo Amore e la voce di questa Chiamata noi non cesseremo l'esplorazione e la fine di tutto il nostro esplorare sarà giungere là onde partimmo e conoscere il luogo per la prima volta.

Collezione Maramotti

L’amore per l’arte, l’attenzione all’evoluzione dei nuovi linguaggi espressivi, il desiderio di condivisione con appassionati d’arte, la proposta di un luogo come spazio aperto di ricerca e conoscenza: questa è la filosofia sottesa all’apertura al pubblico della Collezione Maramotti, voluta da Achille Maramotti, uomo d’impresa, fondatore di Max Mara e appassionato collezionista d’arte.

Aperta a fine 2007 negli spazi della vecchia sede aziendale a Reggio Emilia, la collezione permanente consta di oltre duecento opere – realizzate da un centinaio di artisti di ambito internazionale dal 1950 ad oggi, fra cui Vito Acconci, Francis Beacon, Jean-Michel Basquiat, Alberto Burri, Francesco Clemente, Tony Cragg, Tano Festa, Lucio Fontana, Piero Manzoni, Mario Merz, Luigi Ontani, Mimmo Paladino, Tom Sachs, Mario Schifano, Julian Schnabel e Bill Viola - ed è visitabile previa prenotazione.

In parallelo sono organizzate mostre temporanee con progetti realizzati ad hoc per la Collezione da giovani artisti italiani ed internazionali.

Per maggiori informazioni e orari di visita, si prega di visitare il link dedicato.

 
 
Highlights
<p>
 Da oggi è online la pagina Facebook ufficiale di Collezione Maramotti: news, curiosità e approfondimenti su artisti e progetti.

 Ti invitiamo a cliccare "mi piace" sulla nostra pagina e diventare fan per seguirci più da vicino. 

Potrai seguire il backstage delle mostre in preparazione, leggere e ascoltare le parole degli artisti ed essere aggiornato sulle attività in progress della Collezione.</p>
 

Da oggi è online la pagina Facebook ufficiale di Collezione Maramotti: news, curiosità e approfondimenti su artisti e progetti.

 Ti invitiamo a cliccare "mi piace" sulla nostra pagina e diventare fan per seguirci più da vicino. 

Potrai seguire il backstage delle mostre in preparazione, leggere e ascoltare le parole degli artisti ed essere aggiornato sulle attività in progress della Collezione.

 
<p>
 16 ottobre 2016 – 2 aprile 2017<br />
 La mostra Geometria figurativa include le opere di nove artisti che possono rappresentare l'astrazione o, ugualmente, astrarre la rappresentazione.<br />
 In questa prospettiva, geometria e figurazione sono intrecciate: le forme sfumano, la geometria si piega su se stessa, emergono pattern, mentre la figurazione fa riferimento a corpi nello spazio – corpi che si protendono per poi recedere – così come ai numeri e al loro registro temporale.</p>
 

16 ottobre 2016 – 2 aprile 2017
La mostra Geometria figurativa include le opere di nove artisti che possono rappresentare l'astrazione o, ugualmente, astrarre la rappresentazione.
In questa prospettiva, geometria e figurazione sono intrecciate: le forme sfumano, la geometria si piega su se stessa, emergono pattern, mentre la figurazione fa riferimento a corpi nello spazio – corpi che si protendono per poi recedere – così come ai numeri e al loro registro temporale.

 
<p>
 19 marzo – 30 luglio 2017 <br />
 Postnaturalia è una complessa installazione scultorea realizzata da Krištof Kintera, con la collaborazione di Richard Wiesner e Rastislav Juhás, per Collezione Maramotti. Il titolo appare ampiamente esplicativo: lo scenario in cui si inscrive la nostra esperienza quotidiana come singoli e come collettività non è più quello del mondo naturale. Nella cosiddetta “età del rame”, basata sulla trasmissione di energia e informazioni, la natura è paragonata da Kintera a un enorme sistema nervoso.</p>
 

19 marzo – 30 luglio 2017
Postnaturalia è una complessa installazione scultorea realizzata da Krištof Kintera, con la collaborazione di Richard Wiesner e Rastislav Juhás, per Collezione Maramotti. Il titolo appare ampiamente esplicativo: lo scenario in cui si inscrive la nostra esperienza quotidiana come singoli e come collettività non è più quello del mondo naturale. Nella cosiddetta “età del rame”, basata sulla trasmissione di energia e informazioni, la natura è paragonata da Kintera a un enorme sistema nervoso.

 
 
 
Bookmark and Share
Max Mara SportMax WEEKEND Max & Co. Marella iBLUES PENNYBLACK Marina Rinaldi Persona