ITEN
IL GRUPPO STORIA E CULTURA I MARCHI JOIN US CONTATTI LEGAL

Con la forza di questo Amore e la voce di questa Chiamata noi non cesseremo l'esplorazione e la fine di tutto il nostro esplorare sarà giungere là onde partimmo e conoscere il luogo per la prima volta.

Margaret Salmon

La prima edizione del Max Mara Art Prize for Women, è stata presentata al British Pavillion nel giugno 2005, durante la 51.ma Biennale d’Arte di Venezia.

Nel settembre 2005 è stata annunciata la shortlist della prima edizione: Anne Hardy, Donna Huddleston, Rachel Kneebone, Margaret Salmon e Anj Shith. All’unanimità il premio è stato assegnato alla video artista Margaret Salmon. La residency di sei mesi di Margaret Salmon si  è divisa tra l’American Academy di Roma e la Fondazione Pistoletto di Biella, dove l’artista ha avuto la possibilità di realizzare il suo progetto.

Nel gennaio 2007 è stata presentata l’opera vincitrice  presso la Whitechapel Gallery a Londra.

La vincitrice
Trentenne, nata a Suffern NY negli Stati Uniti, Margaret Salomon vive nel Regno Unito ad Harrogate, North Yorkshire, la città natale di suo marito. Ha iniziato la sua carriera di  video artista a 20 anni, durante il suo BFA presso The School of Visual Arts di New York.

Il suo stile espressivo si ispira a diversi momenti della storia del cinema, dal Neorealismo, al New Wave, al Cinema Verité.

 

L’opera
“Ninna Nanna”, un trittico di film, girato in 16mm a colori e in bianco e nero, che dipinge le esperienze di tre diverse madri italiane. Filmato in ambienti domestici con una comune colonna sonora (una classica ninna nanna, appunto), l’opera celebra la tenacità e la grazia delle madri nelle loro attività quotidiane, sottolineando le contraddizioni tra l’iconografia della maternità e la realtà di crescere un figlio.

Ninna Nanna, ora parte della Collezione Maramotti, è stata selezionata da Robert Storr per la 52.ma Biennale d’Arte di Venezia.

 
 
Close
 
Bookmark and Share
Max Mara SportMax WEEKEND Max & Co. Marella iBLUES PENNYBLACK Marina Rinaldi Persona